Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

E' sempre festa all'Adriatico per il Delfino

Anche il Crotone viene domato grazie a una doppietta di Mancuso

Condividi su:

Prosegue il magico periodo del Delfino che non lasciava scampo neppure al Crotone, grazie a una doppietta di un favoloso Leonardo Mancuso. Inutile, seppure spettacolare, il goal del momentaneo pareggio dell’ex Benali: 2 – 1 il risultato finale a favore dei biancazzurri.

Quinta giornata della stagione di Lega B 2018/2019. Primo dei cinque turni infrasettimanali previsti dal calendario. Temperatura di circa 17° allo Stadio Adriatico Giovanni Cornacchia, umidità al 63%, cielo poco nuvoloso. Ha arbitrato Luigi Nasca della sezione di Bari. Le formazioni si erano così schierate al calcio d’inizio delle ore 21:

Il Pescara, schierato da Bepi Pillon con il 4-3-3 di sempre, proponeva in porta Fiorillo, poi Balzano, Gravillon, Campagnaro e Del Grosso difensori, Memushaj, Brugman e Machin a centrocampo, Mancuso, Marras e Antonucci i tre attaccanti.

Il Crotone di Giovanni Stroppa presentava dall’inizio un 3-5-2, che vedeva Festa tra i pali, Cuomo, Golemic e Marchizza in difesa, Faraoni, Rohden, l’ex Benali, Molina e Firenze i centrocampisti, la coppia Budimir e Stoian in attacco.

La cronaca:

Al 19’ dopo una rimessa dal fondo errata da parte di Festa, recuperava la palla Mancuso che dal limite dell’area fulminava il portiere avversario con un diagonale imprendibile: 1 - 0.

Il primo tempo, ben giocato da un volitivo Pescara, a differenza del Crotone, molto macchinoso e poco incisivo, si chiudeva senza recupero.

Stessi undici al calcio d’inizio della ripresa.

Una prodezza straordinaria di Benali al 49’, che dal cerchio di centrocampo, notato Fiorillo fuori dai pali, lo infilava con una precisa traiettoria: 1 – 1.

Al 54’ passava ancora il Pescara, di nuovo con Mancuso, che riceveva palla al limite dell’area da Brugman, autore di un’imponente azione sul versante centrale del campo. L’attaccante biancazzurro con un preciso e potente sinistro la piazzava sotto la traversa, gonfiando la rete: 2 - 1.

Primo cambio della gara operato da Stroppa al 69’, che inseriva un attaccante, Nalini, al posto di Rohden.

Sostituzione anche per il Delfino, che al 75’ faceva entrare Ciofani al posto di Balzano.

Ancora un cambio per i padroni di casa, che al 77’ proponevano Crecco per Antonucci.

Occasionissima per Marras all’81’, che si involava solitario sulla fascia destra, entrava in area, ma Festa respingeva il suo tiro.

Seconda sostituzione per il Crotone all’87’, entrava Simy che prendeva il posto di Cuomo.

Fuori Molina e dentro Crociata all’89’ per gli ospiti. Contemporaneamente anche Pillon inseriva Perrotta per Marras, che usciva tra gli applausi.

Dopo quattro minuti di recupero, il triplice fischio metteva fine alla gara, che consegnava la terza vittoria stagionale, su altrettanti incontri casalinghi, ai padroni di casa.

Qualche statistica di seguito:

3 tiri per il Pescara, 8 per il Crotone. 6 a 5 i calci d’angolo in favore degli ospiti. Un’ammonizione (Brugman) a sfavore dei biancazzurri, due contro il Crotone.

Condividi su:

Seguici su Facebook