Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sconfitta meritata del Pescara a Cesena

1 - 0 per i romagnoli nell'anticipo della quindicesima giornata

Condividi su:

Con una rete dell'ex Antonino Ragusa il Pescara esce sconfitto dalla sfida d'alta quota contro il Cesena. Più netta di quanto non dica il risultato la superiorità in campo dei romagnoli, con i biancazzurri apparsi stanchi e inconcludenti. Gara da archiviare subito e pensiero già rivolto a sabato prossimo, quando all'Adriatico scenderà in campo lo Spezia, sempre più in crisi di risultati, sconfitto anche oggi nel primo dei tre anticipi giornalieri, nonostante il cambio in panchina con Di Carlo al posto di Bjelica, da un lanciatissimo Crotone.

La cronaca:

Agli ordini dell'arbitro Maresca della sezione di Napoli, l'undici padrone di casa si è schierato a inizio partita con un prudente 5-3-2 mascherato da 4-3-3, con Gomis in porta, Perico, Magnùsson, Caldara e Renzetti in difesa, Kessie (avanzato sulla mediana), Koné e Sensi a centrocampo, Molina (arretrato), Garritano e Ragusa in attacco. Il Pescara, in completo rosso, risponde con un più aggressivo 4-3-1-2, fra i pali Aresti (Fiorillo infortunato non recupera), Crescenzi e Zampano sulle fasce, Fornasier e Zuparic al centro della difesa, Memushaj, Mandragora e Verre a centrocampo, Benali trequartista davanti alla coppia d'attacco Caprari e Lapadula.

All' 8' prima occasione per il Pescara, Kessie atterra Caprari al limite dell'area, batte la punizione Memushaj, alta sopra la traversa. Dopo due minuti risponde Ragusa su mischia, Mandragora salva in calcio d'angolo. Al 12', su preciso calcio di punizione di Sensi dal limite sinistro dell'area, Ragusa, lasciato colpevolmente solo da Zampano al centro dell'area di rigore, insacca facilmente di testa, 1 - 0.

In difficoltà i biancazzurri che rischiano ancora al 25' con una botta da oltre 30 metri di Kessie che Aresti blocca in due tempi con difficoltà. Dal 26' al 31', in appena cinque minuti, vengono ammoniti nell'ordine: Memushaj, Lapadula e Mandragora, nel frattempo, al 28', Aresti respinge ancora su Ragusa di testa a colpo sicuro. Pescara in bambola, incapace di cambiare ritmo.

Al 39' Caprari prova a scuotere i suoi con un tiro da fuori area che Gomis lascia uscire fuori alla sua sinistra. Al 41' sanguinoso rinvio con i piedi di Aresti proprio su Molina che sfiora il raddoppio con un lungo pallonetto che termina fortunosamente alto. Al 43' ancora Caprari con un insidiosissimo calcio di punizione che impegna Gomis in una difficile respinta sulla destra. Il 1° tempo termina dopo un minuto di recupero. Pescara quasi irriconoscibile rispetto alle ultime prestazioni.

Cambio ad inizio ripresa, Torreira per uno spento Mandragora. Dopo soli 30" il Cesena perde Garritano, distorsione del piede destro, gli subentra Succi.

Al 51' ancora Caprari dall'interno dell'area mette al centro e per poco una deviazione di Caldara non inganna Gomis che rinvia di piede. Al 53' ammonito per un inutile fallo di mani a centrocampo Torreira e dopo un minuto è Aresti a respingere di piede su tiro di Sensi appena dentro l'area. Al 58' il fallosissimo Torreira rischia l'espulsione con un fallo apparso netto nei confronti di Sensi, ma l'arbitro fa finta di nulla. Ancora Kessie, con un forte tiro dal limite sinistro dell'area, al 60', impegna Aresti che si salva in angolo. Goal giustamente annullato, dopo appena un minuto, a Lapadula, servito in area da Verre, ma in netto fuorigioco.

Secondo cambio per il Pescara al 62', entra Cocco per Benali. Parecchie occasioni vengono sprecate in questa fase centrale della ripresa dal Cesena.

Ammonito il primo cesenate, Renzetti, al 73', per ostruzionismo. Al 75' ultimo cambio per il Delfino, esce Memushaj, inconcludente anche lui, per Valoti. La fascia di capitano passa a Zuparic per il quarto d'ora finale. Subito dopo, prima Koné in scivolata impegna seriamente Aresti, poi Molina da fuori tira di poco alto, in pochi secondi.

All' 84' fra gli applausi del Dino Manuzzi esce Ragusa per Capelli. Al 93' espulso Torreira dopo l'ennesimo fallo da dietro su Succi, il Pescara terminerà in 10. Al 95' l'arbitro ammonisce anche Sensi per simulazione in area di rigore del Pescara

Dopo 8' minuti di recupero termina l'incontro, 1 - 0 per il Cesena il risultato finale.

Foto di Maurizio Poliandri, tifoso del Pescara in trasferta che ringraziamo per la gentile collaborazione

Condividi su:

Seguici su Facebook