Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Una degustazione guidata di vini abruzzesi e molisani a cura dell'O.N.A.V.

Condividi su:

Sabato 16 maggio, si è tenuto il IV Consiglio Nazionale Itinerante dell’O.N.A.V. (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) nella splendida residenza di Villa Maria Hotel & Congress Center di Francavilla al Mare (CH). Tra le personalità presenti, il Presidente Nazionale dell'ONAV Vito Intini, il direttore Michele Alessandria, e tutti i consiglieri nazionali.

In questa giornata sono stati coinvolti i referenti delle sezioni di Abruzzo e Molise che hanno voluto presentare con una degustazione guidata, i territori, i vini a denominazione di origine e la loro storia. Sono stati degustati sei vini rappresentativi delle sei province; per Pescara il Montepulciano d'Abruzzo di Torre dei Beati, per Chieti il Pecorino di Colle Frisio, per l'Aquila il Cerasuolo di Italo Pietrantonj, per Teramo il Colline Teramane di Lepore, per Campobasso la Tintilia di Cianfagna e per Isernia la Falanghina di Campi Valerio.

La degustazione si è svolta alla presenza di un centinaio di appassionati nella sala allestita ad hoc del resort. Alla fine dei lavori il Presidente Vito Intini, ha consegnato il diploma di “Patente di Assaggiatore” a 15 nuovi Assaggiatori che hanno partecipato al corso O.N.A.V. di Città S. Angelo (PE), tenutosi da febbraio ad aprile. Ha espresso grande soddisfazione per la crescita numerica e professionale degli appartenenti all’associazione in Abruzzo.

C’è la volontà - ha sottolineato Vito Intini - di essere uniti per rilanciare i valori e la cultura enologica del nostro Paese con il contributo della nostra associazione. Per questi motivi è nata, recentissima, la “Consulta Nazionale del Vino”, che raggruppa 9 associazioni ed istituzioni a livello nazionale con l'O.N.A.V. capofila e promotore.

L'evento è stato accompagnato da una la ricca cena a base di pesce, con altri vini rappresentati e perfettamente abbinati alle pietanze. Il Trebbiano d'Abruzzo, lo Spumante di Pecorinola Passerina e il Vino Cotto.

Una "full immersion" nella tipicità ben apprezzata dagli ospiti provenienti da tutta Italia.

Condividi su:

Seguici su Facebook