Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Pacchetto Lavoro: possibilità di lavoro per tutti

La Regione Abruzzo presenta il progetto

Condividi su:

Incontro stamattina presso la sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara, del Vice Presidente della regione Abruzzo Giovanni Lolli, con un folto gruppo di persone interessate alla comunicazione sul lavoro.

Il Vice Presidente Giovanni Lolli, preceduto da un saluto e presentazione del Presidente Antonio Di Marco, ha presentato il “Pacchetto Lavoro” elaborato dalla Regione Abruzzo per venire incontro alle difficoltà in cui versano molte persone che, per varie ragioni, hanno perso il lavoro o che ancora non sono riuscite a trovarlo.

Molte le provvidenze presentate per tutti quelli che vorranno conoscere e sfruttare il Pacchetto Lavoro.

Sono stati inclusi tutti i lavoratori, dai giovani ancora inoccupati, ai perdenti lavoro, agli over 30 e in particolare alle donne.

Proprio sul lavoro delle donne si è soffermato Lolli, la Regione Abruzzo ha il più alto tasso di disoccupazione delle donne e questo è assurdo. Ben si sa che l’occupazione femminile produce un effetto migliorativo sia economico sia sociale in tutta la popolazione.

Le donne, in questi ultimi anni di crisi, non hanno potuto trovare un lavoro e troppe volte hanno dovuto rinunciare a quello che avevano.

Così anche per i giovani, compresi i NIT, che rimangono inoccupati. Il Pacchetto Lavoro presenta una vasta gamma di opportunità sia per i nuovi imprenditori sia per le imprese che volessero assumere persone.

Entro settembre, ha detto Lolli, tutto dovrebbe essere pronto fatti salvi i tempi a volte biblici per accedere ai finanziamenti europei.

Un ruolo importante per i finanziamenti lo potrebbero avere i Confidi da sempre vicino agli imprenditori e come giusta mediazione con le Banche. Proprio ai Confidi, ha ancora detto Lolli, verranno assegnati fondi per poter garantire i finanziamenti verso le Banche che gli imprenditori dovranno fare.

Il pacchetto lavoro prevede una giusta ed adeguata formazione che sarà affidata a professionisti e ai centri di formazione accreditati presso la Regione Abruzzo.

In allegato il documento con l’elenco dei provvedimenti previsti

Condividi su:

Seguici su Facebook