Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Al museo Colonna, giovedì arriva la giornata dedicata alla scienza

Condividi su:

Un’intera giornata dedicata alla Scienza e alla Cultura, alla scoperta delle stelle e dei frutti più recenti della ricerca astrofisica, in un viaggio che partirà dalle radici poste da Enrico Fermi, e che al mattino vedrà protagonisti ben quattro Istituti Superiori di Pescara, coordinati dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’, e, al pomeriggio, la cittadinanza. È l’evento dal titolo ‘Scienza & Cultura: da Enrico Fermi alle Onde Gravitazionali, passando per il Bosone di Higgs’, che si svolgerà giovedì 15 settembre, a partire dalle 9.30, nel Museo d’Arte Moderna ‘Vittoria Colonna’, a Pescara, promosso e organizzato dal Rotary Club Pescara, con il neo-presidente Luca Romani, evento presentato quest’oggi in conferenza stampa alla presenza dei dirigenti scolastici dell’Ipssar ‘De Cecco’ Alessandra Di Pietro, del Liceo Classico ‘D’Annunzio’ Donatella D’Amico e dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Volta’ Mariapia Lentinio, e degli assessori al Patrimonio culturale Paola Marchegiani e alla Cultura Giovanni Di Iacovo.

“Nell’iniziativa promossa per giovedì prossimo – ha spiegato il Presidente Luca Romani – abbiamo voluto coniugare scienza e letteratura perché non c’è dubbio che viviamo tempi di profonda crisi economica, una forte incertezza sui temi della sicurezza, ma se c’è una luce questa arriva sicuramente dal mondo della ricerca e mai tempo fu più felice di quello odierno per le nuove scoperte che arrivano dell’astrofisica. Per questo abbiamo voluto approfondire sia il rapporto Scienza-Cultura, sia il tema della Scrittura Scientifica, attraverso la presenza di Bruno Arpaia, giornalista, scrittore e fumettista. Poi abbiamo pensato a quale tipo di servizio potevamo offrire alla città e abbiamo coinvolto le scuole che ci hanno risposto con grande entusiasmo. Quattro gli Istituti che parteciperanno ai lavori del mattino, ossia l’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’, il Liceo classico ‘D’Annunzio, il Liceo Scientifico ‘Galilei’ e l’Istituto d’istruzione superiore ‘Volta’. I lavori del pomeriggio saranno rivolti alla cittadinanza in un forum interattivo e multimediale, animato da fisici ed astrofisici di rilievo internazionale, con collegamenti con il CERN di Ginevra e videoproiezioni”.

“Per l’Istituto De Cecco – ha detto la dirigente Di Pietro – l’evento rappresenta una grande opportunità per arricchire e qualificare la formazione formativa e l’occasione per proseguire un rapporto sinergico con la società civile. Giovedì mattina, a partire dalle 9.30, i nostri ragazzi saranno protagonisti di un grande Laboratorio gestito dalle scuole, saranno gli stessi studenti a intervistare lo scrittore Arpaia in un dialogo interattivo sul tema dell’incontro-confronto tra sapere umanistico e sapere scientifico. Inoltre i ragazzi leggeranno brani di letteratura scientifica e infine studenti e docenti parteciperanno a una performance teatrale scritta da un nostro docente, Roberto Melchiorre, con la partecipazione di un attore-docente, Edoardo Oliva del Teatro dell’Immediato, un’opera dedicata ai giovani fisici che lavorarono con Enrico Fermi e chiuderemo con un happening figurativo cui parteciperà una nostra studentessa. L’evento mira dunque a favorire il coinvolgimento esperienziale per promuovere le capacità organizzative e dinamiche, oltre che la collaborazione tra le scuole che non possono più essere delle piccole comunità autoreferenziali, ma devono lavorare insieme favorendo il dialogo”.

“Per i ragazzi del liceo Classico – ha proseguito la dirigente D’Amico – la giornata di giovedì rappresenterà il momento in cui si realizzerà per la prima volta l’incontro tra il sapere umanistico e il sapere scientifico e si sentiranno parte attiva della vita vera”. “L’incontro tra scienza e scrittura – ha aggiunto la dirigente Lentinio – rappresenta una forma di contaminazione che continueremo a sperimentare nel corso dell’anno scolastico”. “

Il tema scelto dal Rotary Club Pescara – hanno affermato gli assessori Marchegiani e Di Iacovo – è di grande complessità: sottolinea da un lato la necessità di un ritorno all’umanesimo per un riequilibrio rispetto alla prepotenza dalla scienza; dall’altro lato per la prima volta propone la scienza stessa come un evento culturale rendendola accessibile a tutti”.

Intanto il programma del 15 settembre, patrocinato da Regione Abruzzo, Provincia e Comune di Pescara e Fondazione PescarAbruzzo, si aprirà alle 9.30 con i saluti istituzionali del Presidente Romani, del Presidente della Provincia Antonio Di Marco, e della Dirigente scolastica dell’Ipssar ‘De Cecco’ Alessandra Di Pietro, istituto capofila che guiderà i lavori e il Laboratorio cui parteciperanno anche gli studenti del Liceo Classico ‘D’Annunzio’, del Liceo Scientifico ‘Galilei’ e dell’Istituto Superiore ‘Volta’. Protagonista del Laboratorio scientifico lo scrittore Bruno Arpaia, traduttore ed editor, con ‘La Scienza protagonista della Letteratura’. La prima parte dei lavori si chiuderà con una performance teatrale di studenti e docenti su ‘Enrico Fermi, Genesi della Fisica Contemporanea’. In mattinata, inoltre, si aprirà anche la mostra di audiovisivi e di materiale scientifico, allestita a cura della Società Italiana di Fisica.

I lavori riprenderanno il pomeriggio, a partire dalle 17 con il Forum aperto dal Presidente del Rotary Romani, seguito dai saluti del sindaco Marco Alessandrini e del Governatore del Distretto 2090 Rotary International Paolo Raschiatore. La Tavola rotonda sarà moderata da Paola Catapano, giornalista scientifico e responsabile della Comunicazione al Cern di Ginevra, oltre che corrispondente Rai per le trasmissioni Geo & Geo e Kilimangiaro: al confronto parteciperanno, dopo il videomessaggio di Fabiola Giannotti, socia onoraria Rotary e Direttrice del Cern, Luisa Cifarelli, Presidente della Società Italiana di Fisica; Eugenio Coccia, Direttore del Gran Sasso Science Institute de L’Aquila; Elena Cuoco, Fisico; e ancora Bruno Arpaia. Alla Tavola Rotonda parteciperanno in diretta, in videoconferenza, dalla Sala di Controllo della Large Hadron Collider di Ginevra, alcuni fisici italiani. L’accoglienza degli ospiti del pomeriggio sarà sempre curata dagli studenti dell’Istituto Alberghiero ‘De Cecco’.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook