"Il fascino dell'immagine" donazione di 56 opere al Museo Vittoria Colonna

Mostra permanente di alcuni capolavori di Arturo Carmassi, Gastón Orellana e Claudio Bonichi

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Grazie alla donazione del mecenate Alfredo Paglione, la collezione permanente del Museo d'Arte Moderna Vittoria Colonna si arricchisce notevolmente, potendo contare su una raccolta di oltre cento opere tra dipinti e sculture. 

Come orglogliosamente ha ricordato Augusto Di Luzio,  Presidente Commissione Cultura del Comune di Pescara, oggi sono state donate "cinquantasei opere di tre grandi artisti di fama internazionale: Claudio Bonichi, Arturo Carmassi e Gastòn Orellana. Di Claudio Bonichi, il critico del Novecento italiano Maurizio Fagiolo dell'Arco scriveva : "Il moderno Morandi...Ogni quadro è legato alla memoria, anche quella pera o il fungo dipinti nella natura morta, anche il corpo nudo intravisto nelle fantasie dell'adolescenza...". Di Arturo Carmassi, pittore e scultore più volte protagonista della Biennale di Venezia, basti dire che una sua opera, il ritratto di Francois Mitterand, è ospitata a Parigi nel Palazzo dell'Eliseo e che la stessa Parigi ospiterà una sua antologica al Museo d'Arte Contemporanea, dopo quella dedicata a Lucio Fontana.

Gastòn Orellana, ha goduto della stima e dell'amicizia dei poeti  Raphael Alberti e Pablo Neruda il quale annotava ciò che esite nella pittura di Orellana è vivo come la vita: così sicuro come un oggetto misterioso come una pietra. Forse la sua arte accanita è un'estensione dell'anima; ma così materiale, tattile e rugosa e fertile come l'involucro d'un frutto...".

La donazione dell'operatore culturale Alfredo Paglione vuole avere un'importanza sociale ed educativa di grande rilievo, volta a raggiungere il maggior numero di persone. "Il mio omaggio è rivolto soprattutto ai giovani, che sono la speranza e il futuro di questa Italia". "Desidero che la bellezza riempia gli occhi delle persone e tocchi il loro cuore" facendo percepire la luce che c'è sempre oltre il buio. Max Backmann diceva che l'unica strada per l'invisibile è il mondo visibile".

Quest'ultima donazione segue quella effettuata dall'Artista contemporaneo abruzzese Gigino Falconi, di venti suoi dipinti alla città di Pescara, votati dal pubblico durante i mesi della mostra e da oggi presenti stabilmente nello spazio a lui dedicato ed inaugurato stamani al Museo Vittoria Colonna.

 

Redazione

Contatti

redazione@sl-www.pescaranews.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK