Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Juve Stabia vince in rimoma sul Pescara

Condividi su:

Ripresa del campionato di serie B amaro per il Pescara del marsalese Pasquale Marino, seconda sconfitta consecutiva del Delfino. Con un finale di partite incredibile la Juve Stabia riesce a rimontare e a vincere la partita: primo successo interno per le vespe in questo campionato che incominciano nel migliore dei modi il girone di ritorno. La prima fase si era chiusa in parità, i Dannunziani più vicini al gol con prestazioni individuali, gradevole la prova delle vespe. Si inizia con Zampano della Juve Stabia, che prova dall’out di destra a far partire un insidioso pallone in mezzo all’area di rigore che costringe la difesa biancazzurra a rifugiarsi in calcio d'angolo. Ci riprova al 7', sugli sviluppi di un calcio d'angolo gli stabiesi con Lanzaro di testa tenta la deviazione, ma termina alto sulla traversa. 12' Prima occasione del match per il Pescara con Ragusa che fa partire un tiraccio dai 25 metri che Benassi fatica a respingere. 25' replica della Juve Stabia con un tiro dalla media distanza di De Falco. 31' Ancora il Delfino su punizione pericoloso, batte Brugman ma la sua conclusione non impensierisce Benassi. 39' La Juve Stabia preme guadagna: due angoli consecutivi, ma resiste la retroguardia adriatica. 42' Brivido per le vespe: una leggerezza di Liviero consente a Maniero di rendersi pericoloso. 43' In avanti i giallo blu con De Falco che tenta il diagonale dalla lunga distanza: il suo tiro sibila alla destra della porta difesa da Belardi e termina sul fondo. 45' Pericoloso il Pescara con Ragusa che per due volte e dal vertice alto a destra dell'area di rigore della Juve Stabia lascia partire un diagonale sul quale Benassi è pronto a respingere in angolo. Si chiude la prima fase. Secondo tempo Pescara in avanti passa in vantaggio al 4 st’, su autorete di Ghiringhelli, Politano dalla tre quarti fa partire un cross al centro dell’area, Ghiringhelli nel cercare di respingere tocca con il petto e beffa il proprio portiere fermo sulla linea della porta.8’st' Juve Stabia a caccia del pareggio: due angoli di fila per le vespe, ma non si ottiene l’effetto sperato. 19’st' Sempre su calcio di punizione il Pescara ci prova con Maniero, il suo destro è però impreciso. 20’st' Caprari converge dalla sinistra fa partire un destro sul quale deve impegnarsi Benassi per la respinta in tuffo. 21’st' Juve Stabia vicino al pari: cross in mezzo perfetto di Caserta per l'inserimento di Di Carmine che di testa va a scheggiare il palo alla sinistra di Belardi.22’st, gara viva il Pescara sfiora il secondo gol, Politano si libera al limite dell'area di rigore e conclude di sinistro. Benassi respinge. 29’st, In avanti la Juve Stabia con Caserta. Il suo destro dal limite dell'area di rigore trova Belardi pronto alla respinta. Replica all’35’ st' Ragusa per la conclusione dalla media distanza. Il tiro termina alto sulla traversa. 39’ st, arriva il pareggio di Lanzaro. Falco su calcio di punizione mette al centro dell’area per Di Carmine che appoggia a Caserta tocco per Lanzaro che in mezza rovesciata pone la palla in rete davanti alla difesa imbambolata adriatica. Le vespe non demordono attaccano a testa bassa al 45’st, per un fallo di gioco di Cosic su di Carmine entrato in area l’arbitro decreta la max punizione che Di Carmine non fallisce. Regalando la vittoria alle vespe.
JUVE STABIA – PESCARA 2 1
JUVE STABIA. (3 5 2): Benassi, Lanzaro (41’st Parigini), Contini, Zampano, Ghiringhelli, Caserta, De Falco, Liviero, N’Diaye (14’st Sowe), Di Carmine, Falco. IN PANCHINA: Viotti, Piccioni, Suciu, Jidayi, Martinelli, Giandonato, Doukara. Sowe. All. Fulvio Pea
PESCARA: Belardi, Schiavi, Rossi, Zuparic, Zauri, Rizzo, Brugman, Maniero (37’ st Sforzini), Ragusa, Caprari (22’st’Cosic), Politano (30’st Cutolo). IN PANCHINA: Pelizzoli. Capuano, Bocchetti, M. Lund Nielsen, Fornito, Mascara, Cutolo. All. Pasquale Marino.
Arbitro: Merchiori di Ferrara
Reti: 4’st Autorete di Ghiringhelli, 38’st Lanzaro, 45’st Di Carmine.
Ammoniti: Zauri, Lanzaro, Caserta, 
Espulso: Zuparic per proteste
 

Condividi su:

Seguici su Facebook