Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L'orchestra aquilana "Città Aperta" sarà di scena presso il "Matta" in via Gran Sasso

Condividi su:

“Sarà il ‘Matta’, lo spazio teatrale realizzato dall’amministrazione comunale in via Gran Sasso, e affidato in gestione a una rete di Associazioni cittadine, a ospitare, dal prossimo 20 settembre, l’Orchestra aquilana ‘Città Aperta’, un ensemble musicale di respiro internazionale che, dal terremoto del 2009, è rimasto senza una sede. Ogni mese l’Orchestra regalerà alla città un evento musicale di livello straordinario, esempio della capacità del mondo dell’arte di superare barriere, campanili e confini per espandere il proprio sguardo oltre l’orizzonte”.

Lo ha detto l’assessore al Turismo Maria Grazia Palusci nel corso della conferenza stampa odierna convocata con l’assessore al Patrimonio Eugenio Seccia per ufficializzare l’evento e il primo appuntamento con l’Orchestra, fissato per venerdì 20 settembre, presso il Matta. Presenti anche Pino Petraccia, responsabile della rete ‘Artisti per il Matta’, con Annamaria Talone, il compositore e musicista Stefano Taglietti, e il Direttore artistico dell’Orchestra Jonathan Williams.

“Venerdì prossimo – ha detto l’assessore Palusci - prenderà il via al Matta di Pescara una rassegna musicale, una sorta di festival che avrà come protagonista principale l’Orchestra Città Aperta che, a seguito del terremoto del 6 aprile 2009, ha avuto serie difficoltà per continuare a svolgere la propria attività. Parliamo di un’Orchestra di fama mondiale che raccoglie, dà la possibilità a giovani talenti di altre nazioni, provenienti dalla Spagna, dall’Inghilterra, dalla Svezia, dalla Norvegia, dalla Francia, di svolgere la propria attività orchestrale e formativa. L’Orchestra era ospitata nel convento di Fossa in spazi che oggi non sono più idonei e da oggi verrà ospitata al Matta e da questa sinergia è nato il progetto ‘Suoni e Luci della Città’  che proporrà ogni mese un concerto alla città”. “L’esperienza del Matta – ha commentato Talone – è un piccolo successo e un input per la politica perché basta veramente poco per far ripartire un motore culturale, noi abbiamo tante risorse dal punto di vista creativo e con il Matta abbiamo dato uno spazio ad artisti e Associazioni, 18 in tutto, che hanno le necessarie competenze e che hanno saputo fare rete dando alla propria attività un respiro internazionale”. “Abbiamo conosciuto l’Orchestra anni fa – ha ripercorso Petraccia – quando, con l’apertura del Matta, la stessa Orchestra ci ha donato i pannelli per insonorizzare i locali del Matta, dunque siamo onorati oggi di poter ospitare una tale formazione”. “Arrivare a Pescara – ha spiegato Williams – è la realizzazione di una perfetta sinergia, che un musicista traduce in armonia. Vogliamo creare un ensemble di energia perché crediamo che la musica e l’arte possano trovare il modo di armonizzare la nostra esistenza: il terremoto ha tolto fisicamente delle possibilità al nostro voler fare, ma oggi abbiamo trovato le persone giuste per continuare la nostra arte”. L’Orchestra Città Aperta vanta la registrazione di colonne sonore di film come ‘Il 7 e l’8’ di Ficarra e Picone, ‘La Passione’ di Carlo Mazzacurati, e ‘Matrimoni e disastri’ di Nina Di Majo, oltre che di tanti film per la tv e la ridigitalizzazione di colonne sonore dei film di Charlie Chaplin. Dal 20 settembre, l’Orchestra, ogni venerdì, terrà alle 21 un concerto al mese presso il Matta, con la direzione artistica di Williams e di Carlo Crivelli. Il concerto vedrà l’esecuzione di musiche di Stravinskij, Milaud, Bartòk e alcune delle più celebri colonne sonore.

Condividi su:

Seguici su Facebook