Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Potenziati arredi e giochi nelle scuole di Montesilvano

Condividi su:

Giochi e arredi nuovi nelle scuole di Montesilvano. In previsione dell'avvio del nuovo anno scolastico, la Giunta Maragno ha infatti acquistato arredamenti, accessori e giochi da esterno per tutte le scuole della città.

«Anno dopo anno -  dichiara l'assessore alla edilizia scolastica Maria Rosaria Parlione -  stiamo cercando di rinnovare la dotazione delle scuole, al fine di rendere gli ambienti nei quali i bambini trascorrono le loro giornate, accoglienti, confortevoli e sicuri. Abbiamo già ordinato tutti gli accessori e i giochi necessari, che arriveranno nelle prossime settimane, in tempo per l'avvio del prossimo anno scolastico».

Nello specifico, il Comune di Montesilvano ha acquistato dalla ditta Macagi, altalene e scivoli che verranno distribuiti tra le scuole dell'infanzia e gli asili nido della città, del valore di 10.000 euro. I nuovi giochi si vanno ad aggiungere a quelli che lo scorso novembre sono stati consegnati nelle scuole dell'infanzia De Zelis dell'istituto comprensivo Troiano Delfico, in via Verrotti, e delle due di via Reno appartenenti all'istituto comprensivo Villa Verrocchio; i due plessi Fonte d'Olmo e Saline dell'istituto comprensivo Rodari; le scuole dell'infanzia del Colle, Collemare e Colonnetta del comprensivo Ignazio Silone; le scuole Valle d'Aosta, Vitello d'oro, Villa Verrocchio e via Dante per la Direzione Didattica.

Potenziati e rammodernati anche gli arredi per interni. Sono stati infatti ordinati presso la ditta Vastarredo, banchi, sedie, cattedre, armadi e altri accessori che verranno distribuiti presso le scuole Ignazio Silone, Rodari, Villa Canonico e la nuova scuola di via Adda.

«La formazione dei nostri ragazzi è molto importante -  conclude la Parlione – e rendere gli ambienti più confortevoli agevola sicuramente anche la fase didattica. Stiamo ponendo la massima attenzione su tutta l'edilizia scolastica, cercando di potenziare soprattutto la sicurezza degli edifici».  

Condividi su:

Seguici su Facebook