Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cepagatti: WORLD WOMEN CHART

Adozione della Carta delle Donne

Condividi su:

6 marzo, presso la Sala Consiliare del Comune di Cepagatti, si è svolto il Convegno: UNA RETE DI OPPORTUNITA’: ADOZIONE DELLA CARTA DELLE DONNE NEL MONDO

Ha aperto la manifestazione, presentandola, la giornalista Alessandra Portinari parlando della carta delle donne e dell’importanza che questo documento per le donne.

Ha preso la parola la Sindaca del Comune di Cepagatti, Alessandra Rapattoni, parlando e presentando il Comune da lei rappresentato che conta 16 Consiglieri di cui ben 8 donne.

La sindaca del Comune di Cepagatti Sirena Rapattorni, ha espresso soddisfazione per il convegno da lei presieduto che ha visto la presenza di politici  quali: Annalisa Palozzo, assessore del Comune e consigliera provinciale, Federica Marsili, consigliera CPO comune di Cepagatti, Donato Di Matteo, assessore progetti Speciali Territoriali Regione Abruzzo, Gemma Andreini Presidente CPO Regione Abruzzo, Federica Chiavaroli, Senatrice Sottosegretario di Stato per la Giustizia, e rappresentati della cultura e dell’imprenditoria quali Antonella de Angelis direttora d’orchestra, Adele Bianco, docente sociologia e problematiche del lavoro UdA, Stefania Bosco vignaiola e rappresentante giunta CCIAA di Pescara .

La Sindaca Rapattoni, ha parlato dell’importante documento, la Carta delle Donne del Mondo, da parte deli STATI GENERALI DELLE DONNE, presentato nel corso della conferenza mondiale delle donne all’EXPO 2015, che sta avendo adesioni in Italia e in tanti Paesi Europei ed extraeuropei.

Le donne possono fare molto, ha detto la sindaca, perché portano all’interno delle istituzioni la loro capacità ed il loro amore per tutti uomini e donne.

La giornalista Alessandra Portinari, che è stata anche la moderatrice dell’incontro, ha presentato Giovina Zulli che, con tenacia e caparbietà, ha portato avanti un progetto importante, Il sorriso nel Cuore, che ha come obiettivo la possibilità di far diventare la parrucca una protesi medica per le  donne, che subiscono la perdita dei capelli per la chemioterapia che fanno in seguito la cancro.

Hanno espresso il loro pensiero sulle donne, il sindaco ed il vice sindaco del Consiglio Comunale dei Bambini.

Le loro parole sono stati chiare e commoventi e fanno ben sperare che questi due giovanissimi uomini possano portare nella vita questa esperienza che li renderà sicuramente uomini migliori.

La senatrice Federica Chiavaroli, è intervenuta plaudendo all’iniziativa e di quanto questa sia importante e di come le donne possono e si devono spendere nella politica e nella partecipazione alla vita sociale.

Solo le donne possono migliorare la situazione attuale in quanto esse hanno in sé la capacità di capire e di agire per il bene di tutti.

La giovane assessora Annalisa Palozzo ha anche lei parlato del documento, oggetto del Convegno, e di quanto le donne possono fare e di come riescono a lavorare insieme, pur appartenendo a schieramenti politici diversi, quando si tratta di argomenti importanti per i loro diritti.

L’Assessora Palozzo ha chiamato alcune consigliere comunali alla firma della presentazione del documento per il prossimo Consiglio Comunale del 10 marzo, che lo approverà.

Donato Di Matteo ha espresso piena soddisfazione per la manifestazione e ha dichiarato delle sua convinzione di quanto le donne possono fare per la società per renderla più equa per tutti.

…”Le donne presenti”, ha continuato l’Assessore Di Matteo”, rappresentano tutte le categorie affermate nella politica, nella cultura e rispetto al passato progressi sono stati fatti tutti, compreso le donne, dobbiamo fare tante iniziative, oltre che per la festa delle donne, come quella presentata da Giovina Zulli, dei Colori della Vita, molto interessante …che formalizzerò con  una proposta di legge e nei prossimi giorni!....  

Durante gli interventi, come giusto e piacevole intermezzo, ha cantato il coro docenti Musica e Società, con gli alunni dell’Istituto Comprensivo 6, preparato da Vanessa Del Rosario, accompagnato al pianoforte il maestro Alfredo Santavenere.

Gemma Andreini, in rappresentanza della CPO della Regione Abruzzo, ma soprattutto Degli Stati Generali delle Donne, la cui rappresentante e coordinatrice regionale è Rosaria Nelli, ha parlato dell’importanza del documento che verrà portato al prossimo Consiglio Comunale del 10 marzo per l’approvazione.

Tutti i comuni dovrebbero fare questo importante atto politico perchè solo riconoscendo i diritti delle donne si riconoscono i diritti di tutti.

Antonella De Angelis, direttora d’orchestra del Mediterraneo, ha parlato della difficoltà per lei donna di farsi valere nel suo ruolo artistico.

Il campo della musica e la figura del direttore d’orchestra, è ancora troppo ancorato alla figura maschile e poche sono le donne che sono riuscite a diventare direttore d’orchestra.

…”La cultura va rivisitata”, ha continuato Antonella De Angelis,” e dobbiamo allargare le vedute. Le donne stesse devono capire che devono dell’importanza dell’impegno che le donne possono dare nella politica e nella vita quotidiana cercando di togliere quelle tradizioni che ancora esistono in molti paesi che di fatto tolgono la dignità alle giovani donne”

La docente Adele Bianco, con un intervento conciso ma esauriente, ha parlato della capacità delle donne di studiare e di farsi valere nel mondo del lavoro, ma di quanto ancora si debba fare per la parificazione dei diritti tra i due sessi.

Le donne, se pur più brave e preparate, non riescono a raggiungere quei posti importanti e di prestigio che vengono riservati perlopiù agli uomini anche se meno preparati, le retribuzioni, poi, sono inferiori a quelle dei loro colleghi maschi per lo stesso ruolo.

L’occupazione femminile è il 48% del totale e la prospettiva del 70% indicate dalla Comunità Europea e di difficile raggiungimento per il 2020.

Ha concluso i lavori l’imprenditrice del vino Stefania Bosco che ha anche lei raccontato della difficoltà che ha avuto, all’interno dell’impresa familiare, di farsi valere al di fuori dei solti ruoli che le donne sono destinate ad occupare.

Molta la determinazione e la forza che ha dovuto utilizzare, ma grande la soddisfazione per il successo e per la richiesta, di alcuni colleghi imprenditori, di affidare a lei le giovani figlie affinché possano intraprendere una carriera di successo come imprenditrici.

Tra gli interventi, l’attrice Tiziana Di Tonno, ha letto alcuni scritti di donne e per le donne: “Quelle ragazze che hanno fatto la Patria” e dei pensieri della scienziata Rita Levi Montalcini

La manifestazione si è poi chiusa con il coro e con la partecipazione di tutto il pubblico presente in sala che diretto da Vanessa del Rosario ha cantato con gioia.

Condividi su:

Seguici su Facebook