Partecipa a Pescara News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La "lezione" di Nonna Maria, lavora ai ferri e vende lavoretti nei mercatini per aiutare l'Ail

Condividi su:

Ogni anno sferruzza per aiutare l'Ail Pescara-Teramo e, nonostante non sia più una "giovinetta" visto che ha 84 anni, riesce a realizzare allegri e coloratissimi cappelli, sciarpette e scarpette di lana per bambini, che vende devolvendo il ricavato a favore della onlus. La straordinaria e instancabile nonnina si chiama Maria Domenica Di Paolo ed è di San Martino sulla Marrucina (Chieti). Ha un cuore grande che, unito alla maestria nel lavoro a maglia, le consente di realizzare creazioni in lana per i più piccoli che espone in occasione di mercatini rionali, avvalendosi dell'aiuto di una nipote. Nonna Maria allestisce il banchetto con gli indumenti e aggiunge un cartello in cui avvisa i clienti che l'incasso sarà donato all'Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma. Le sue fantasiose creazioni, visto anche il costo contenuto (10 euro l'una), vengono apprezzate e acquistate in poche ore. Concluso il giro dei mercatini, Maria consegna quanto raccolto all'associazione.

Così ha fatto nei giorni scorsi recandosi alla Casa Ail di via Rigopiano, a Pescara, dove ha donato l'incasso, 450 euro, alpresidente della sezione interprovinciale dell'Ail Pescara-Teramo, Domenico Cappuccilli. 

"Maria Domenica è una persona davvero straordinaria che ogni anno lavora instancabilmente per dare il suo prezioso contributo alla nostra associazione - ha affermato Cappuccilli - La ringrazio dal profondo del cuore per quanto fa per noi ed estendo il mio ringraziamento anche a coloro che, acquistando un dono per i bambini, ci hanno sostenuto".

 

Condividi su:

Seguici su Facebook